Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 15 luglio 2024  | aggiornato alle 10:48 | 106438 articoli pubblicati

Bufala Campana
Bufala Campana

No alle feste in piazza a Brescia L'Arthob lancia una petizione

L'Associazione ristoranti, trattorie ed hostarie bresciane riaccende l’attenzione sulla polemica che, già lo scorso anno, durante la stagione estiva, era stata abbastanza infuocata e chiede alle amministrazioni di tutelare anche gli interessi dei ristoratori minacciati dalle sagre indiscriminate

 
02 luglio 2010 | 17:20

No alle feste in piazza a Brescia L'Arthob lancia una petizione

L'Associazione ristoranti, trattorie ed hostarie bresciane riaccende l’attenzione sulla polemica che, già lo scorso anno, durante la stagione estiva, era stata abbastanza infuocata e chiede alle amministrazioni di tutelare anche gli interessi dei ristoratori minacciati dalle sagre indiscriminate

02 luglio 2010 | 17:20
 

BRESCA - No alle feste in piazza che, sotto spoglie sociali, nascondono, in realtà, scopi di lucro, e ai politici che utilizzano questa strada per fare incetta di voti: Arthob (Associazione ristoranti, trattorie ed hostarie bresciane), tramite il suo segretario Ruggero Bonometti, riaccende l'attenzione su una polemica che, già la stagione scorsa, proprio in questo periodo, era stata abbastanza infuocata.

«Il continuo sorgere di feste in piazza a prezzi modici, consentiti anche dalla mancanza di regolamenti rigidi come quelli che, invece, caratterizzano la ristorazione, provoca non pochi danni alla nostra categoria: per questo chiediamo che anche le amministrazione comunali intervengano per risolvere questa situazione». è l'appello di Bonometti che, pur critico, ammette alcuni meriti dell'amministrazione cittadina per quello che riguarda la rivitalizzazione del centro storico.



«Ben vengano iniziative come la Notte bianca e quella rosa che portano gente in città e ci consentono di lavorare meglio non quelle, come molte tavolate organizzate in città, che nascondendosi sotto le spoglie di iniziative sociali hanno, invece, fini speculatori. Noi crediamo nelle iniziative sociali ma devono esserlo realmente», ha proseguito il segretario di Arthob, sottolineando che, anche, alcuni politici utilizzano iniziative sociali di questo genere per farsi propaganda politica e recuperare qualche voto in più.

«Ritengo che la ristorazione bresciana meriti maggiore attenzione e riteniamo che Arthob, che rappresenta centinaia di ristoratori, possa ambire ad avere il compito di organizzare iniziative che insieme all'aspetto sociale esaltino anche prodotti tipici ed il tessuto commerciale» ha spiegato Bonometti che, tuttavia, oltre alle critiche ha anche qualche complimento da fare.

«L'attuale amministrazione comunale ha sicuramente rianimato la città attraverso iniziative importanti, anche se c'è ancora molto da fare. Confesercenti si è mossa bene con la raccolta firme per la costituzione di un regolamento per le feste in piazza e le tavolate, coinvolgendo anche i ristoratori che hanno il dovere ed il diritto di difendere la propria categoria, credo che anche Ascom, dovrebbe seguirne l'esempio e fare lo stesso. Per quanto ci riguarda sproniamo i nostri associati ed, in generale, i ristoratori a partecipare alla raccolta e desideriamo contribuirvi tanto che presso la nostra sede verrà data la possibilità di partecipare alla petizione».

La raccolta firme è, infatti, possibile sia presso la sede Arthob di via Bonardi 11, Brescia (tel 030 37315449), sia presso la sede di Confesercenti di via Salgari 2/6, Bresca.


Articoli correlati:
Confesercenti Lombardia vs sagre Proposto un nuovo regolamento
Sagre, precursori, Cavalieri Troppi i volti della politica
Pace fatta tra ristoranti e sagre Collaborazione per il territorio
Fipe e Pro loco uniscono le forze Protocollo per le sagre autentiche
Sagre, una "piaga" per la ristorazione La Fipe chiede nuove regole
Feste e sagre selvagge Da Brescia 10 regole chiare
Ristoranti di Padova vs sagre Serve un 'moralizzatore”
Sono davvero troppe le false sagre. Ora deve intervenire il Governo
Sagre, sono tarocche 2 su 3 Servono regole per quelle buone
Caro sindaco... troppe feste di piazza Nel cremonese appelli senza risposta
Polemiche su sagre e feste di piazza Pace fatta tra Fipe e pro loco italiane?
Scibilia su sagre e ristorazione Lettera aperta al presidente Fipe
Basta sagre o feste di piazza In campo anche la Fiepet-Ferrara
Sagre all'italiana: il vizio ...di non fare il proprio mestiere
Fipe: Sì alle sagre, no alla concorrenza sleale
Paolini da 'Il Gastronauta” «No alle grandi grigliate»
Troppe sagre e tavolate Il caso si fa nazionale
Ora è davvero tempo di regolare le sagre Da Governo e Regioni servono atti concreti
La Fipe scende in campo: Ristoratori penalizzati dalle sagre
Ora i ristoratori alzano la testa Anche da Bergamo 'no” alle sagre
Ristorazione vs sagre di piazza Da Brescia un primo spiraglio
Troppe sagre nelle piazze italiane Solo nel bresciano oltre 1500 nel 2008
Feste popolari e di piazza I ristoratori bresciani dicono "no"

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Schar
Molino Pivetti
Prima
Elle & Vire

Schar
Molino Pivetti
Prima

Elle & Vire
Consorzio Asti DOCG
Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena