Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 25 luglio 2024  | aggiornato alle 05:17 | 106677 articoli pubblicati

Bufala Campana
Bufala Campana

Il gelato Fiordilatte di Eugenio Morrone con il 30% in meno di zucchero

Eugenio Morrone, noto maestro gelatiere e due volte miglior gelatiere del mondo, ha recentemente creato un gelato al gusto Fiordilatte con soli quattro ingredienti, latte, panna, fibre e zucchero, ridotto del 30%

di Berto Silva
 
10 luglio 2024 | 19:10

Il gelato Fiordilatte di Eugenio Morrone con il 30% in meno di zucchero

Eugenio Morrone, noto maestro gelatiere e due volte miglior gelatiere del mondo, ha recentemente creato un gelato al gusto Fiordilatte con soli quattro ingredienti, latte, panna, fibre e zucchero, ridotto del 30%

di Berto Silva
10 luglio 2024 | 19:10
 

Non ha fatto mancare la sua creatività nemmeno alla serata del Globo d’Oro a Villa Massimo presso l’Accademia Tedesca - alla 64ª edizione del prestigioso premio cinematografico italiano organizzato dalla Stampa Estera - dove per i divi del cinema e i loro ospiti ha realizzato, insieme a Rosario Nicodemo e Carpigiani, un gelato al gusto di pesca bianca profumata al cardamomo con bacche di goji. Eugenio Morrone continua a conquistare i palati d’Italia, fresco di riconferma per la seconda volta come miglior gelatiere del mondo nella Hall of Fame del Gelato Festival World Ranking.

Il gelato Fiordilatte di Eugenio Morrone con il 30% in meno di zucchero

Eugenio Morrone

Eugenio Morrone: il gusto Fiordilatte con soli 4 ingredienti

Già campione del mondo di gelateria, maestro Apei (Ambasciatori Pasticceri dell’Eccellenza Italiana), è calabrese d’origine e porta la sua terra nel cuore in giro per il mondo tra masterclass, competizioni e presenza in giurie d’eccellenza. Se non bastasse l’omaggio al campione di tennis Sinner, il suo gelato a Roma è ormai un punto di riferimento, la gelateria Fiordiluna a Trastevere si è aggiudicata i Tre Coni del Gambero Rosso mentre “Il Cannolo Siciliano” al Pigneto è stato rinnovato negli arredi e nella proposta.

Il gelato Fiordilatte di Eugenio Morrone con il 30% in meno di zucchero

Il gusto Fiordilatte di Eugenio Morrone

E tra le novità elaborate da Morrone arriva il suo Fiordilatte realizzato mediante tecniche di lavorazione particolari che assicurano, con soli quattro ingredienti: latte, panna, zucchero, fibre, un gelato dalla palatabilità e una cremosità sorprendenti. L’impiego di un’innovativa tecnica a freddo ne preserva la ricchezza del gusto e le proprietà caratteristiche del latte e della panna. Un gelato che ha una quantità ridotta di zucchero: il 30% in meno rispetto a un gelato tradizionale mantenendo intatta un’esperienza gustativa incredibilmente appagante. La riduzione degli zuccheri risponde alle più recenti esigenze nutrizionali raccomandate dai vari organismi sanitari, compresa l’Oms, per diminuire l’apporto calorico degli alimenti prodotti.

«Il mio Fiordilatte ha un gusto definito ed equilibrato che gli permette di essere anche abbinato con altri gusti di creme, ma anche con sorbetti di frutta, le varie tipologie di cioccolato che facciamo e il caffè. È stato realizzato con materie prime a Km0 e del territorio laziale, con il latte ottenuto dalle mucche allevate nelle zone dell’agro pontino e del viterbese. Un gelato semplice che riporta all’artigianalità dei sapori, con un retrogusto di freschezza che ci fa tornare bambini» ha spiegato il maestro gelatiere Eugenio Morrone.

Eugenio Morrone rinnova il locale de "Il Cannolo Siciliano" al Pigneto

Il lavoro di sperimentazione e di ricerca verso materie prime di grande qualità con attenzione all’etichetta corta si ritrova anche nella location al Pigneto, con 100 m² ristrutturati con sedute interne e dehors all’aperto con oltre 40 posti. Qui, il gelato esprime un concetto che rientra in un progetto più ampio che spazia dalle colazioni agli aperitivi fino alle proposte di alta pasticceria che rappresentano, ormai, uno dei must di Morrone.

Il gelato Fiordilatte di Eugenio Morrone con il 30% in meno di zucchero

Il locale "Il Cannolo Siciliano" di Eugenio Morrone

Al bancone della gelateria, lungo circa 6 m, viene premiata la stagionalità con la presenza di 28 gusti e vasto assortimento di tutte le creme, sei tipi di cioccolato al latte e vegano, al rhum, massa del Perù, massa del Venezuela e massa del Madagascar. Le frutte ruotano tutte a seconda della stagione e la frutta secca viene tostata e lavorata al momento in laboratorio, mentre la ricotta di pecora proviene da alcuni piccoli caseifici dell’alto Lazio per il richiestissimo gusto che dà il nome al locale del Pigneto. Spazio ai sorbetti di frutta fresca di stagione come la fragola, la pesca bianca, la prugna, lo zenzero, il melone, la pera, l’uva, la mela. Ricercatissime le granite, con i gusti al caffè, limone, mandorla e tutta la frutta di stagione tra cui la ricercatissima mora di gelso e perfino il cioccolato anche con aggiunta di cannella.

Grande scelta sui lievitati per le colazioni con 20 tipologie di cornetti, vegani, alla vaniglia, integrali al miele, croissant, pain au chocolat, cornetto roll con cremino alla gianduia, trecce con le fragole e ai frutti di bosco, mattonelline con mele e cannella. Il concept per i lieviti vede un impasto al burro perché a differenza di altri grassi non solo è più leggero e ad alta digeribilità ma permette anche una sfogliatura più croccante. La pasticceria è di grande spessore, sfiziosissima la serie delle “mini” con cassatine, sacherine, cheesecake, cubo moderno al mandarino e al pistacchio, nocciola, caffè e caramello, vaniglia, mango e passion fruit, mirtillo e cioccolato fondente.

Dolcevita

Interessante la rivisitazione dei grandi classici in formato “mini”, come montblanc in chiave moderna con crema alle castagne che si aggiunge alle tradizionali cheesecake, sacher, frutta, tiramisù e profitterol. La millefoglie viene realizzata con una ricca quantità di burro che permette delle pieghe con la sfoglia fino a farla diventare croccante e caramellata. Per gli aperitivi c’è la proposta della piccola gastronomia, dalle pizzette ai mini accartocciati con affettati fatti tutti rigorosamente a mano e da abbinare a spritz, cocktail, bollicine e vini biologici del Lazio. Il gelato, ovviamente, è l’opzione più gettonata e Morrone ha sciolto le briglie alla sua creatività lanciando i gusti dell’estate già presenti al Pigneto e a Trastevere: prugna precoce e zenzero; pesca bianca; albicocca e basilico.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       



Schar
Molino Grassi

Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni
Molino Dallagiovanna
Longarone Fiere